27April2017

Disseminazione dei prodotti scientifici

 

DISSEMINAZIONE DEI PRODOTTI SCIENTIFICI

1. ATTIVITÀ EDITORIALE

Il 2014 vede, grazie alle modifiche allo Statuto vigente, la trasformazione delle tradizionali attività editoriali in una vera e propria Casa editrice «Edizioni Studi Germanici», iscritta al ROC (Registro operatori di comunicazione).
I tre anni passati hanno visto molte novità nel settore editoriale dell'IISG. La rivista scientifica semestrale «Studi Germanici» (il periodico più antico e prestigioso di studi di germanistica e scandinavistica fondato nel 1935, accreditata allo ERIH - European Reference Index for the Humanities, soggetto a peer review, inserito nella fascia A ai fini della valutazione ANVUR) è stata completamente ripensata. Per ciò che riguarda le monografie, l'Ente pubblica cinque/sette titoli l'anno con una nuova veste grafica e con un ventaglio disciplinare che – per ora – va dalla germanistica, alla scandinavistica, alla filosofia, alla danza, alla linguistica, alla storia della cultura.
«Studi Germanici» e le monografie rispecchiano le intenzioni programmatiche dell'IISG, quindi con la massima apertura a tutte le discipline che si occupano dei paesi di lingua tedesca, di lingue nordiche e di lingua nederlandese, senza alcun limite che non sia verso le scienze naturali.
Nel 2014 la rivista «Studi Germanici» è stata resa disponibile online in open access, nella consapevolezza che solo così è possibile ottenere un'adeguata visibilità internazionale e una vera disseminazione dei risultati della ricerca. Il passaggio al digitale su una piattaforma ad altissima indicizzazione e con accesso open source aumenta in modo esponenziale la penetrazione della rivista «Studi Germanici» nel mondo scientifico internazionale.
A partire dal 2015 anche le monografie sono disponibili online e in open access.
La conseguenza è che il cartaceo della rivista e delle altre pubblicazioni è solo on demand.

Nel 2015 l'attività editoriale ha in corso la pubblicazione dei numeri:

• 6/2014 (già disponibile) e 7/2015 della rivista scientifica semestrale «Studi Germanici»

e dei volumi:

• Patrizia Veroli, Mary Wigman e la danza tedesca del primo Novecento
• Giorgio Manacorda, Un secolo fa. Letteratura tedesca del Novecento
• Maria Fancelli, Joselita Raspi-Serra (a cura di), Lettere di Johann Joachim Winckelmann
• Anna Maria Voci, Karl Hillebrand. Ein deutscher Weltbürger
• Massimo Ferrari Zumbini, Nazionalismo e arti visive. Germania 1813-1913

Nel 2016 l'attività editoriale prevede la pubblicazione dei numeri:

• 8/2015 e 9/2016 della rivista scientifica semestrale «Studi Germanici»;

e dei volumi:

• Fabrizio Cambi, Atti del convegno su Ingeborg Bachmann
• Carl Du Prel, Philosophie der Mystik, traduzione e cura di Luca Crescenzi e Francesco Rossi.
• Massimo Ciaravolo (a cura di), Atti del convegno Strindberg 2014
• Irene Fantappiè, "Das mimische Genie". Studi su Karl Kraus
• Michele Sisto (a cura di), Atti del convegno Mazzucchetti

Nel 2017 l'attività editoriale prevede la pubblicazione dei numeri:

• 10/2016 e 11/2017 della rivista scientifica semestrale «Studi Germanici»;

e dei volumi:

• Fabio Mollica, La grammatica valenziale;
• Matteo Galli, Wendejahr 1995! Transformationen der deutschsprachigen Literatur;
• Mauro Ponzi, Paolo Chiarini germanista;
• Michele Sisto, L'eccezione e la regola. Contributi a una storia della letteratura tedesca in Italia
• E. Husserl, Grenzprobleme der Phänomenologie, traduzione e saggio introduttivo di Marco Deodati

 

2. OPEN JOURNAL SYSTEM

La prima fase del processo, conclusasi nel gennaio 2014, ha visto l'installazione della piattaforma Open Journal System, un'infrastruttura digitale per la creazione di riviste elettroniche. Tale piattaforma, oltre a rendere disponibile sul web «Studi Germanici», prevedeva fin dall'inizio un processo di implementazione, in modo da essere estendibile anche alle esigenze di pubblicazione di libri e documenti elettronici. La seconda fase del processo ha visto quindi, nel corso del 2015, l'opportuna personalizzazione di Open Journal System per la gestione e pubblicazione online delle monografie, in ragione della differenza esistente tra monografie e pubblicazioni seriali nelle modalità e nei tempi di pubblicazione. Per le ragioni sopra esplicitate, monografie e pubblicazioni seriali saranno disponibili online su due diverse piattaforme OJS: entrambe avranno identità grafica riconoscibile, saranno collegate tra loro in modo da rendere disponibile tutta la produzione editoriale dell'Istituto in maniera immediata, e saranno infine accessibili a partire dal sito web dell'Istituto.
In programma nel triennio 2015-2017 è anche l'implementazione dell'infrastruttura allo scopo di creare libri elettronici con contenuti multimediali integrati, i cosiddetti "Enhanced books", nei quali al contenuto testuale sono affiancati e sincronizzati contenuti video e audio, aumentando esponenzialmente il potenziale informativo. Il formato di questi libri potrà essere sia l'ePub 3, sia applicazioni da fruire su dispositivi mobili come tablet, smartphone iOS e Android.

3. SITO WEB ISTITUZIONALE

Il sito web dell'IISG, che a breve avrà un layout completamente rinnovato, è una vera e propria porta d'ingresso che permette di entrare nell'ente di ricerca. È rivolto ai ricercatori, ai docenti, agli studenti e a tutti coloro che si interessano alle nostre attività di ricerca e di public engagement.
Il portale utilizza una comunicazione esaustiva, efficace e sempre aggiornata che permette di dare informazioni utili in maniera semplice e rapida.
Il sito acquisterà una nuova più raffinata e moderna veste grafica, molto user friendly, ma soprattutto nuovi spazi dedicati alla disseminazione:

• piattaforma open journal system arricchita con le monografie scientifiche
• piattaforma interattiva progetto Multilinguismo
• piattaforma riviste
• LT.it
• canale you tube dedicato ai convegni e seminari: dall'inizio 2015 l'ente provvede alle riprese video di tutti gli eventi scientifici di rilievo per pubblicarli sul sito a disposizione della comunità scientifica e del pubblico inteerssato