OBIETTIVI DELLA RICERCA

 

SPECIFICITÀ DELLE HUMANITIES

 

Le uniche forme di sapere che da qualche tempo vengono incoraggiate, potenziate e finanziate sono quelle che hanno un’immediata ricaduta sul mercato del lavoro e sul mondo produttivo. Il criterio prevalente per misurare l’utilità delle humanities è quello della loro potenziale incidenza sulla crescita economica. Con la marginalizzazione del sapere umanistico si rischia di affievolire lo sguardo critico sulla realtà, e dunque la capacità di confrontarsi in maniera multidisciplinare con le diversità che ci circondano. La spinta alla crescita induce a ritenere che “solo” le cosiddette scienze dure e le tecnologie siano di importanza strategica per lo sviluppo economico. La ricerca umanistica viene sempre più piegata alle esigenze dell’“impatto”. La conseguenza è che si tende a non finanziarla più in modo continuo e diretto, come invece si faceva prima, quando si dava per scontato che gli studi umanistici contribuivano alla crescita in generale.